mercoledì , 21 Agosto 2019
In memoria di Melissa Bassi vittima di una follia. Per non dimenticare il 19 maggio 2012

In memoria di Melissa Bassi vittima di una follia. Per non dimenticare il 19 maggio 2012

Condividi

I LETTORI CI SCRIVONO Francesco Simone (nella foto), figlio dell’ing. Carmelo, 44 anni, personal training, mesagnese doc trapiantato a Pisa per motivi prima di studio e poi lavoro da 23 anni, ci ha scritto un suo pensiero dedicato a Melissa nel settimo anniversario della sua tragica morte e a tutti coloro che governeranno questa città.
Una frase ricorrente con cui sono cresciuto a Mesagne circa 40 anni fa è “A postu, questa ci mancava”. Che risuonava dalla voce grave di mio padre o più gentile di mia madre o più severa di mia zia Lina o Maria quando ne combinavo una delle mie. In casa o nella corte di zona Carmine dove praticando sport improvvisati e fantasiosi, puntualmente tornavo a casa con nuovi lividi o graffi per essere caduto. E puntualmente seguivano “li mazzati pi sobbra”. Che non erano piacevoli, ma mi hanno forse dato spalle larghe, una coscienza robusta e qualcosa in cui credere. Vi assicuro che nulla è sprecato.
Era una Mesagne timida, impaurita e diffidente. Le chianche del centro storico erano più specchi grigi e opachi di una città inconsapevole di avere una forma barocca ma un’anima messapica, robusta e coriacea. La radio locale passava Nick Kamen e i suoi jeans da comprare da Antimino con i risparmi, le ragazze non osavano scimmiottare Madonna, forse troppo sfrontata e “amiricana”, e noi maschietti avevamo corti, cortili e il sogno di giocare al Palazzetto di Via Udine, per sentirci un po’ come i nostri dell’Nba. Ci chiamavano in provincia “gli scintrusi”, che a distanza di 40 anni non ho ben capito come tradurlo. Voleva dire più o meno 45 cose assieme, più o meno “quelli un po’ esibizionisti che si mettono in mostra per vantare qualcosa che si ha o che si Indossa”. Coloro che si fanno riconoscere, più o meno. Coloro che si fanno notare, più o meno.
Perdonatemi, ma ancora dopo tanti anni non saprei tradurlo con precisione. Aiutatemi anche voi magari. I mesagnesi erano più o meno noti in provincia come appunto, “gli scintrusi”. “Ecculi na’, li scintrusi misciagnesi”, quando magari sfrecciava una macchinona tirata a lucido. Un classico. Ed è sempre stato un po’ nel Dna distinguersi nel male e nel bene. E ogni volta avevi la sensazione quando qualcosa andava storto o quando la città saliva ai…disonori delle cronache di dover dire… “A postu, qustu nci mancava”. Con tono amaro, con tono di rimpianto, con tono quasi di un amore tradito.
Quel 19 Maggio 2012, ero a Pisa, città in cui vivo da anni, alle 9 appresi la notizia. Ad alta voce, come uno psicotico instabile, da solo davanti al pc, commentai “Apposto, questo ci mancava”. Stringendo lacrime come fossero pugni chiusi, stringendo un pugno fino a velare gli occhi di lacrime. La scuola che frequentava mia sorella Angela, là a pochi metri dal dramma. E poi il non capire chi, perché. La paura di immaginare un chi o un perché. La rabbia di poter solo sospettare per un secondo che nulla fosse cambiato e che quel film aveva un sequel e che quelle chianche fossero sempre sporche e che ora c’era anche sangue di bambina, perché Melissa era ed è una bambina. Perché a 16 anni io ero un bambino e immaginavo che Melissa lo fosse. Con le paure, con le ansie, con le vergogne, i brufoli, le cotte e le speranze. Probabilmente con un amore per la città come solo quella di una bambina può esserlo. Fino a far splendere le chianche di S. Anna. E invece… E allora “Questo ci mancava”. E questi non erano scintrusamienti. Non era roba ti scintrusi. Era un surreale teatrino dell’orrore. Qualche paura, qualche fantasma fu subito fugato. Ma non cambia l’esito di un episodio folle e surreale. Nel quale Melissa non c’è più. A Pisa c’era l’amichetta Veronica, scampata al peggio come la povera Melissa ma ricoverata al reparto Grandi Ustioni dell’ospedale di Pisa. Uno dei due. Presi informazioni, avrei voluto fare una visita, forse solo regalare un sorriso più che una lacrima, pur sapendo che mi sarebbe scappata una lacrima. Non mi fu possibile per ragioni tecniche che compresi, era la mia maniera per sentirmi vicino alla città in una città che ora è la mia città. Sorrisi amaramente quando dalla TV vidi le immagini della Piazza con il presidente della repubblica Napolitano e le altre alte cariche. I funerali di Stato, a Mesagne. Il presidente del direttore dell’alta carica, del commissario alla commissione dell’interpellanza della suprema corte. A Mesagne. Potrebbe far sorridere no? E chissà se Melissa da lassù, nascosta tra i Gargoil di S. Anna o imboscata nel vicolo avrebbe sorriso e commentato “Ecculi na’, li scintrusi misciagnesi”.
Che strana la vita. Melissa scusaci se tutto questo è stato un folle teatrino. E purtroppo non erano scintrusamienti. A Melissa, alla città e a tutti coloro che a breve la governeranno, dedico questo mio pensiero. “Ieri mi arrampicavo sui muri per recuperare il mio pallone. Usavo mani sporche di allegria e due occhi pieni di imbarazzo. “Scendi giù che cadi”, ma giù a terra vedevo solo sguardi bassi e pietra sporca. Oggi mi arrampico sulle stelle per graffiarmi con la luce. Userò solo le mie mani sporche di poesia e due occhi allenati al buio della notte. Sali su con me che dal cielo mi godo le luci di S. Anna e i volti riflessi nelle chianche. Sali su con me dove rimbomba la coscienza più alta di questa città e si ballano nuove danze. ” Oggi la coscienza più alta e nuove danze hanno i volti di chi con la scienza, la medicina porta Mesagne ad un ruolo nazionale di spicco. Hanno il volto dello sport e della musica di eccellenza, di Carlo Molfetta, oro olimpico e dei BoomDaBash.
In memoria di Melissa Bassi, vittima di una follia Per non dimenticare, 19 Maggio 2012″.

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina facebook, pubblicheremo al più presto tutti gli aggiornamenti in merito.

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/mesagnesera/ 


Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars

Condividi

lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notifiche of

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi