giovedì , 21 Novembre 2019

A luglio la quattordicesima ai pensionati 64enni

Condividi

La Uil pensionati provinciale di Brindisi informa che la cosiddetta quattordicesima o corresponsione della somma aggiuntiva per l’anno 2013 verrà attribuita dall’Inps sulla mensilità di pensione di luglio ai soggetti che, alla data del 31 luglio 2013, hanno un’età maggiore o uguale a 64 anni e che risultino in possesso dei requisiti reddituali previsti dalla legge. Per l’anno 2013 sono interessati al beneficio tutti i soggetti nati prima del 1° gennaio 1950.

L’aumento spetta, in misura proporzionale, anche a coloro che compiono il 64° anno di età entro il 31 dicembre dell’anno di erogazione, con riferimento ai mesi di possesso del requisito anagrafico, compreso il mese di raggiungimento dell’età.

Analogamente, il beneficio viene attribuito in maniera proporzionale sulle pensioni spettanti per un numero limitato di mesi, come ad esempio in caso di pensioni di nuova liquidazione con decorrenza diversa dal 1° gennaio.

L’Istituto,  precisa che l’interessato deve possedere i requisiti di contribuzione previsti dalla Tabella A allegata della legge 127/2007  che di seguito riportiamo.

Lavoratori dipendenti

Lavoratori autonomi

Somma aggiuntiva

Anni di  contribuzione

Anno 2013

Fino a 15

Fino a 18

Euro 336,00

Oltre 15 e fino a 25

Oltre 18 e fino a 28

Euro 420,00

Oltre 25

Oltre 28

Euro 504,00

 

Per la corresponsione dell’aumento viene considerata tutta la contribuzione (obbligatoria, figurativa, volontaria e da riscatto) del soggetto, nonché quella utilizzata per la liquidazione di supplementi.

Nel caso di pensioni liquidate in regime internazionale deve essere considerata utile solo la contribuzione italiana.

Nel caso di pensionato titolare di sola pensione ai superstiti la contribuzione complessiva utile ai fini dell’applicazione della tabella A viene ridotta in aliquota di reversibilità.

La quattordicesima viene erogata sulla base del solo reddito personale, che deve essere inferiore ai limiti sotto riportati, in relazione agli anni di contribuzione.

 

Anni di contribuzione

Anno 2013

Lavoratori Dipendenti

Lavoratori Autonomi

T.M

Mensile

T.M.

Annuo x 13

T.M. annuo X 1,5

Somma Aggiuntiva

Limite massimo

  15 anni

  780 contrib

  18 anni

   936 contrib

 

 

495,43

 

 

6440,59

 

 

9660,89

Euro 336,00

9996, 89

> a 15 < 25

> a 781 <  1300

> a 18   28 nni

> a 937 < 1456

Euro 420,00

10080,89

> a 25 anni

> a 1301 contrib

> a 28 anni

> a 1457 contrib

Euro 504,00

10164,89

Importi determinati con il coefficiente di perequazione preventivo per il 2013 pari al 3%

 

come già avrete avuto modo di leggere  sulla informativa UIL di recente trasmessavi,  relativamente agli interventi urgenti  per la promozione dell’occupazione, IVA  e altre misure finanziarie urgenti, in particolare sottolineiamo quella relativa al reddito dei  mutilati e degli invalidi civili.

Con la presente abbiamo ritenuto opportuno fornirvi ulteriori chiarimenti di seguito riportati sul testo del Decreto legge n. 76 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28 giugno 2013, fra l’altro, all’art. 10 ( disposizioni in materia di politiche previdenziali e sociali), il comma 5, il quale così recita,  All’articolo 14- septies del decreto legge  30 dicembre 1979, n. 662*, convertito con modificazioni, dalla legge 29 febbraio 1979, n.33, dopo il sesto comma, è inserito il seguente: “Il limite  di reddito  per il diritto  alla pensione  di inabilità in favore  dei mutilati e degli invalidi civili, di cui all’art. 12 della legge 30 marzo 1971, n.118, è calcolato con riferimento al reddito agli effetti IRPEF con esclusione del reddito  percepito da altri componenti del nucleo familiare di cui il soggetto interessato  fa parte”.

Riferimento al limite di reddito dei mutilati e degli invalidi civili, con esclusione di altri componenti del nucleo familiare di cui il soggetto interessato fa parte.

Il testo inserito dopo il sesto comma, riporta testualmente ciò che la legge 662/1979 già a suo tempo aveva stabilito in relazione al solo reddito dell’interessato.

Dalla lettura dell’articolo 10 prima richiamato nel testo del decreto legge  n. 76/2013, ancorché non ancora convertito in legge, tenendo conto anche degli orientamenti della Corte Costituzionale, risolverebbe definitivamente il problema che tuttora persiste di computare, ai fini della concessione della pensione, anche il reddito del coniuge e non più solo quello dell’interessato, sebbene la circolare Inps n. 149/2012 che prevedeva anche il reddito del coniuge, venne ritirata  dopo forti proteste a riguardo.

La Uil pensionati nazionale informa che Vigilerà affinché il testo del comma 5, del decreto prima richiamato, resti immodificato in fase di conversione in legge, eliminando un ostacolo  che ha suscitato forti dubbi, contraddizioni e preoccupazioni, in particolare nella non irrilevante platea dei pensionati interessati .

La Uil pensionati provinciale di Brindisi informa i propri iscritti che per eventuali ed ulteriori chiarimenti per la cosiddetta quattordicesima o corresponsione della somma aggiuntiva per l’anno 2013 è sufficiente rivolgersi al CAF/ITAL UIL locale.


Condividi

lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notifiche of

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi