mercoledì , 13 Novembre 2019
Centro storico: altri allagamenti di negozi. Cittadini disperati
Operai a lavoro per riparare la condotta dell'acqua dinanzi alla rivendita di Biglioncino.

Centro storico: altri allagamenti di negozi. Cittadini disperati

Condividi

I coniugi Daloisio.

I coniugi Daloisio.

Nella notte tra martedì e mercoledì si è purtroppo verificata un’ulteriore perdita della rete idrica nel centro storico, immediatamente dopo l’ingresso della Porta Grande, proprio davanti a degli esercizi commerciali allagati a causa della fuoriuscita di acqua. I coniugi Rogoli, proprietari del Caffè Porta Grande, e Roberto Daloisio, alias Biglioncino, storico rivenditore di frutta secca e verdura, sono stati svegliati nella notte alle ore 3.30, dalla polizia che, nel giro di perlustrazione della città, aveva visto fuoriuscire da sotto le serrande dei loro negozi fiumi di acqua che, peraltro, aveva provocato l’interruzione dell’energia elettrica indispensabile per i banchi frigo. L’intervento della ditta appaltatrice dell’Aqp ha consentito di circoscrivere i danni ed i disagi: i lavori iniziati nel corso della stessa notte e sono proseguiti fino a tarda mattinata. Biglioncino solo da qualche mese aveva terminato di ristrutturare il suo negozio del 1500.
I coniugi Rogoli, per entrare nel bar, hanno dovuto rompere la serranda che senza corrente elettrica aveva il motore bloccato. L’acqua fuoriuscita dalla rottura della condotta dell’Aqp, aveva anche inondato la cabina elettrica per cui per svuotarla sono dovuti intervenire i tecnici dell’Enel.
Già in passato c’erano state altre perdite sempre dallo stesso tratto di condotta. “Non è possibile che si debba vivere con l’ansia che da un momento all’altro si possano rompere le condotte dell’acqua – dicono i commercianti ed i cittadini residenti -. Ma quando l’Amministrazione comunale prenderà la decisione di indurre l’Aqp a rifare l’intera rete idrica e fognante delcCentro storico che è vecchissima ed è rotta in più punti? Non possiamo continuare così. Al Comune quando si svegliano. Ogni giorno fanno comunicati ma di fatti concreti non ne vediamo e continuiamo ad allagarci”.

I coniugi Rogoli nel bar Caffè Porta Grande.

I coniugi Rogoli nel bar Caffè Porta Grande.

 

A proposito di comunicati dell’Amministrazione comunale, il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Giancarlo Canuto ha ribadito che “questi eventi non sono evidentemente casuali e, anzi trovano una quasi ovvia spiegazione nella inadeguatezza delle condotte dell’acquedotto che riparate in punto sono perforate nel punto debole successivo, rendendo di fatto la rete idrica del centro storico un vero e proprio colabrodo” . Alla luce di questo ennesimo episodio sarà decisivo l’incontro in programma oggi, giovedì 6 febbraio, presso il Comune di Mesagne, promosso dalla Regione Puglia attraverso l’assessorato alla Protezione Civile, con la presenza dello stesso Acquedotto Pugliese, proprio per verificare una convergenza di analisi e quindi di intervento rispetto alla emergenza in corso.
“Oggi potremo verificare la disponibilità dell’Acquedotto Pugliese ad gestione concordata dell’emergenza, evitando inutili contrapposizioni che in questo momento andrebbero ad ostacolare una veloce soluzione del problema. L’incontro sarà utile inoltre per ratificare la scelta dell’Amministrazione Comunale di rivolgersi, sul 

La signora Rogoli mostra il muro inzuppato d'acqua.

La signora Rogoli mostra il muro inzuppato d’acqua.

piano operativo, al CNR di Lecce che ha già realizzato per conto del Comune, nel 1999, un apposito studio sullo stato del sottosuolo nel Centro Storico.” I tecnici del CNR potrebbero realizzare, in caso di accordo, una immediata ricognizione degli immobili sgomberati nell’area a rischio con l’ausilio di una adeguata strumentazione tesa a verificare la consistenza del sottosuolo relativamente alle strutture portanti delle singole abitazioni. “Si tratta di un doppio fronte di controllo –  ha continuato Canuto  – che ci permette di escludere qualsiasi pericolo nella prospettiva di rientro degli abitanti sgomberati. Sul piano tecnologico è il massimo in termini di verifica e prevenzione. Un atto necessario per l’incolumità dei cittadini residenti in quell’area. Posso  già affermare che i tempi saranno comunque rapidi e speriamo di concludere il tutto nel giro di un mese. Sperando ovviamente di avere dal monitoraggio  un riscontro positivo”.

 


Condividi

5
lascia un commento

avatar
4 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
5 Comment authors
giuseppeRobertoWalter MagrìGIUSEPPEgiuseppe luparelli Recent comment authors
  Subscribe  
più recente il più vecchio più votato
Notifiche of
giuseppe luparelli
Guest

Sono sempre maggiormente convinto che il dissesto di un’area confinata del centro storico non è correlabile con la conduttura del’AQP.anzi la medesima presenta perdite a causa della discontinuità litologica del suo piano di sedime.
Il piano di sedime a sua volta tocca il livello di escursione della falda freatica con flottazione e quindi deficit di isotropia .
Giuseppe Luparelli idrogeologo dal 1974

giuseppe
Guest
giuseppe

Concordo, un pò lo stesso principio delle perdite di carico delle pompe che trasportano antimateria.

Giuseppe Supercazzola, esperto di isotropia da sempre

GIUSEPPE
Guest
GIUSEPPE

Sig. Luparelli, Buongiorno
non entro nel tecnico che Lei descrive, stando dalla parte dei cittadini ed usando un linguaggio dei cittadini, Lei cosa farebbe ? La ringrazio.

Walter Magrì
Guest
Walter Magrì

Sono almeno trent’anni ,che i Mesagnesi residenti e che operano nel Centro Storico,aspettano con ansia ,la venuta di un “Messia”. IL quale, ci dica , come poter risolvere questo annoso problema, fonte di vero disagio per tutti quanti.La facciamo tutti facile a sparare sentenze sulle soluzioni da apportare al caso,ma la verita’ e’ che da anni si e’ smesso di interessarsi veramente del cuore di Mesagne.Io sono avvilito ,e come me lo sono ,decine e decine di Mesagnesi,che hanno creduto nella rinascita dello stesso,investendo tutti i loro averi in un sogno che alla luce degli ultimi avvenimenti si sta’ tramutando… Leggi di più »

Roberto
Guest
Roberto

Il mio pensiero sul centro storico è che solo chi vive e chi lavora riesce a capire il peso di tutti questi disagi. Grazie a chi ha realizzato questo articolo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi