venerdì , 26 Aprile 2019
“Dalla testa bassa al petto alto”. Grazie BooomdaBash e grazie Mesagne

“Dalla testa bassa al petto alto”. Grazie BooomdaBash e grazie Mesagne

Condividi

simone francescoFrancesco Simone (a sinistra nella foto), 44 anni, mesagnese trapiantato a Pisa dove ha studiato e si è laureato in informazione scientifica sul farmaco, personal trainer e consulente tecnico per Centri Fitness, ha seguito i Boomdabash al Festival di Sanremo con il cuore in gola. Ieri sera, cioè stanotte, ripensando alla sua storia, alla storia della sua città, ha finalmente ha potuto gridare a tutti, al mondo, “Dalla testa bassa al petto alto”. E ha concluso: Grazie BooomdaBash, grazie Mesagne. Grazie a te Francesco.
“DALLA TESTA BASSA AL PETTO ALTO”. Forse lo zodiaco ci dice bene quest’anno, forse il Karma è venuto a visitare la mia città e ci è rimasto talmente bene che ha deciso di farle un regalo. La mia città ha 7 lettere e un nome che ha sempre fatto sorridere per quella strana rima che a sentirla ti viene l’acquolina in bocca. La mia città ha un nome, Mesagne, che a sentirlo tutti sorridono, da Aosta ad Agrigento, passando per la più vicina Molfetta o Castrovillari, perchè tra i denti sghignazzano …Lasagne. Il sarcasmo l’ho sempre considerato la prima sottile, elegante forma di bullismo. Subdola, tagliente, furba un po’ geniale. Di quelle che son fatte da quelli che sono furbi, non si fanno “shcumare”, come si dice a Mesagne. E allora Mesagne, sarcasticamente era sempre accompagnata da quella battuta tra i denti…Lasagne. Che a me faceva gola, come quelle di mia Zia Maria (bonanama, come si dice a Mesagne). Ma non mi faceva ridere, anzi mi “ttaccava ti nievi”, mi urtava, come si dice a Mesagne.
Poi è arrivato, il bullismo quello vero. Quello concettuale, quello pregiudiziale, quello che ti marchia perchè ha dei marchi, dei titoli. Dei sarcastici, taglienti titoli. Mesagne, ah si…la città della S… Cor… “Insomma, vabbe’…ci siamo capiti no?” “Vabbe’ dai, tanto si sa che da voi…”. E giù sarcasmo, e giù tante di quelle frasi fatte che in confronto i Baci Perugina erano poesie di Prevert. “No no, a Mesagne a giocare con te mio padre non mi manda, che gli fottono la macchina, che mò se l’é comprata”. “Noni , noni, a Mesagne col giubbotto antiproiettile devo venire”.
La vivevo male. Come se fosse colpa mia. Si perché la colpa era mia e un pò di tutti. Eravamo 31000 all’epoca: 31 334 per la precisione, come diceva l’Istat. Una città, bella, barocca. Ma sporca, io non capivo perché era sporca. Avevo 14 anni, un bambino non ancora diventato ragazzo. Figuratevi uomo. Pensavo che bastava lavarsi per tornare puliti. E poi quel nome, su RaiUno per cose sporche. A testa bassa. Sempre. Di dove sei? “Di…Mes…agne”. “Come? Crita….no si senti. “Di Mesagne”. “Ah…”. “Uscite spesso alla televisione”. Il silenzio. E quelle parole: il pizzo, il racket, la faida, gli affiliati, il 41bis, maxiprocesso. Io che conoscevo la pizzella, il Golden bar, la Chiesa, gli accoliti, il bus 14 che portava al centro a Brindisi, e il MaxiBon. Cos’era il pizzo? Perché tutti non mangiano la pizzella di Alfio che é la più buona?
Testa bassa, eppure è la mia Mesagne. Eppure è bellissima. Eppure Mesagne é mia madre, ed é bella e buona come mia madre. Eppure mi giustificavo: “vedi che é bella…”. “Si vabbé”. A testa bassa. Tornavo in camera. E mi ripetevo come per convincermi che non era così tutto il patrimonio artistico, storico, culturale. Mi rivedevo le foto delle Chiese, dei palazzi storici, rileggevo le leggende, i misteri di questa città, i Templari, i fantasmi del Castello, la Signura Leta. Nella mia cameretta a petto in fuori. Una sera di febbraio degli anni 80 chiesi a mia madre: “Mamma c’é qualche cantante di Mesagne che é andato a Sanremo?”. “Noni Francesco mì, Mesagne è piccola, ci vanno quelli di Roma, di Milano di Napoli, di Bari”. Che delusione, che hanno fatto di male le città piccole? Che sogno sarebbe stato se…
A volte piangevo, volevo correre per il basolato del centro storico. Volevo fotografare con la Canon di mio padre da 500 000 lire tutte le chiese e i palazzi, volevo stare una notte nel castello per vedere se davvero il fantasma esisteva e se c’era davvero un tunnel segreto fino al mare, volevo conoscere davvero il fantasma della Signura Leta e sentire i suoi lamenti passandoci una notte come nei film. Però mia madre non mi mandava. “E’ pericoloso”. Il silenzio. A testa bassa.
30 anni dopo. Il karma è stato in vacanza la scorsa estate a Mesagne, le é piaciuta così tanto che ha deciso di ricordarsi di lei.
Sono un uomo, 44 anni, o forse un bambino malinconico diventato uomo, sparando sorrisi per difendersi e non diventare mai veramente adulto.
Sul palco di Sanremo c’è una band di Mesagne, quella cosa che sembrava impossibile è diventato realtà. E ogni mesagnese avrebbe il dovere di camminare a testa alta e petto in fuori. I BoomDaBash? “Quelli di Mesagne”. Si di Mesagne. Qui non ci sono più lacrime e vergogna. Qui c’è festa e musica. E vi dirò di più. Quei 5 euro da spendere per il Televoto sono la cifra più bella che ogni mesagnese possa mai pagare a qualcuno della stessa città. Per avere in cambio orgoglio e calore.
Grazie BooomdaBash, e grazie Mesagne.

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina facebook, pubblicheremo al più presto tutti gli aggiornamenti in merito.

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/mesagnesera/


Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars


Widget not in any sidebars

 


Condividi

4
lascia un commento

avatar
3 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
Una che non è riuscita a diventargli amicanon ha importanza 2Non ha importanza...Sergio Recent comment authors
  Subscribe  
più recente il più vecchio più votato
Notifiche of
Sergio
Guest
Sergio

Io amo mesagne…sergio da roma…e ci ritornero’ a vivere

Non ha importanza...
Guest
Non ha importanza...

Una cosa è certa, con questa cosa il libro su Mesagne ha chiuso definitivamente il suo capitolo pio buio.

non ha importanza 2
Guest
non ha importanza 2

Capisco che per una comunità sana portarsi dietro un cosa che ha segnato in negativo la sua storia sia pesante. Ma per quello che conosco io, vi posso garantire che solo in campo musicale, questa cittadina è famosa nel mondo da almeno venti anni! mi permetto volentieri di citare Massimo Barletta… ecco ad esempio grazie a lui e quello che ha fatto solo in questo campo, avrò sentito la la frase “ah Mesagne! il posto da dove viene…” almeno una decina di volte… in quasi tutti gli studi dove ho messo piede anzichè attorno a qualche palco che ha gestito,… Leggi di più »

Una che non è riuscita a diventargli amica
Guest
Una che non è riuscita a diventargli amica

Quando ebbi occasione di vedere cosa faceva nella musica Massimo, rimasi con gli occhi aperti.
Avevo sentito parlarne, ma vedere a Milano un mesagnese con dei capi della musica che facevano la fila da lui per farsi dire cosa dovevano fare, era una atmosfera quasi surreale, il tutto unito alla sua discrezione.
Che poi è così che bisogna essere: fare le cose e basta, piuttosto che avere la fissa di farsi ascoltare… quanto sarebbe bello fare qualcosa.
Non glie l’ho mai detto anche perché non l’ho più incontrato, ma in quei momenti mi sono sentita orgogliosa di essere mesagnese, diversi anni fa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi