giovedì , 21 Novembre 2019
Il prof. Distante spiega al consigliere Damiano Franco cos’è l’Isbem

Il prof. Distante spiega al consigliere Damiano Franco cos’è l’Isbem

Condividi

“Nel giorno del mio 66° compleanno – che spendo in bella ma ideale compagnia essendo lo stesso giorno anche per Barack Obama – mi tocca fare delle precisazioni che si arricchiscono di una dimensione non solo “internazionale” ma anche “universale”. Mi corre l’obbligo di informare dei fatti e della verità i giornali, a valle della nota del mio concittadino, consigliere del Comune di Mesagne, Damiano Franco inerente l’Isbem apparsa in grande evidenza sui blog che si occupano di Mesagne.

Quale Presidente e responsabile legale dell’Isbem, scrivo per correggere quanto affermato dal consigliere Franco che afferma: “Isbem svolge una attività di impresa istituzionalmente diretta a beneficio dei propri Soci”. A onor del vero, è palese, coerente, oltre che nelle cronache dei media e nelle coscienze di tutti coloro che hanno conosciuto o frequentano questo istituto, Isbem adempie alla sua mission, portando benefici a tutta la comunità, al Mezzogiorno ed anche oltre. Dispiace invero che si cada nell’equivoco di paragonare Isbem ad una società di capitali.

L’ISBEM nacque il 25 Maggio 1999 con una natura giuridica di Società Consortile per Azioni senza scopo di lucro (proprio come il PASTIS-CNRSM) con una missione che non ha mai rinnegato e che dovrebbe rendere orgogliosi, a dir poco, tutte le persone che hanno a cuore la comunità in cui esso opera. Infatti, per statuto, l’Isbem non può dividere profitti fra i Soci e, qualora li facesse, deve re-investire tutto in Ricerca, Formazione ed Assistenza e Servizi. E’ una creatura sana che deve crescere e continuare ad adempiere alla sua funzione, e alla quale io personalmente contribuisco da 15 anni, uno fra tantissimi altri in verità, con la dovuta diligenza, con tanta passione e anche con la necessaria razionalità, facendo ogni sforzo per radicarla al meglio quale buona pratica nazionale, come recentemente definito dal Sole24Ore e dalla stessa Commissione Europea che le ha approvato tre progetti in meno di sei mesi.

Buone e veritiere informazioni si possono anche ottenere negli articoli dello Statuto e dell’Atto Costitutivo da cui emerge cosa sia l’Isbem e cosa si sobbarca per migliorare il Pianeta Salute, comportandosi come impresa innovativa di alto valore sociale.

In sintesi, per merito dei suoi fondatori e degli altri soci, ben 32, oltre che di tanti altri cittadini che hanno contribuito alla sua crescita e al suo consolidamento, anche da volontari, Isbem è il frutto di molteplici atti di lungimiranza tesi a costruire un pezzo di futuro nella nostra comunità. Oggi, assieme ai giovani che vogliono formarsi e fare ricerca, Isbem può fare molto con i progetti che portano sia innovazione sociale che migliorie nel Pianeta Salute.

Dispiace molto che venga frainteso ciò che Isbem ha fatto in questi anni: infatti, non ci sono interessi precostituiti, se non il Bene Comune. L’istituto è qui per servire, per cui tutti i concittadini che vogliono conoscerlo meglio sono benvenuti ad incontrare i tantissimi “costruttori” di questo “gioiello” del Mezzogiorno. Può essere questo istituto ingombrante o inappropriato in una comunità che pure è alla ricerca del bandolo della matassa di un futuro sostenibile e moderno? Se così fosse, spetterà ai Decisori comunali e quindi agli stessi Cittadini la decisione di tenerlo o di mandarlo via: non certo ai pregiudizi o ai preconcetti di alcuni.

Secondo lo Statuto, la missione dell’Isbem è quella di servire la comunità nella libertà e in modo moderno, senza scopi di lucro. Isbem agisce facendo innovazione sociale, valorizzando la rete di rapporti e di relazioni regionali, nazionali ed internazionali, facendo leva su giovani talenti e potenziando il rapporto fra imprese, scuola, ricerca ed istituzioni, per sperimentare ed elaborare processi e progetti innovativi. Siamo infatti convinti che valorizzare i giovani porterà a sviluppare capacità che alla nostra comunità servono così come al corpo umano servono aria, acqua e cibo per vivere. Non rallegra il fatto che anche il Paese Italia arranchi su tali aspetti.
Eccone un esempio: non basta incitare i giovani a prepararsi alle sfide della vita, se poi in concreto, come adulti, ci si distrae e si sottovaluta il ruolo della ricerca, come capita nella nostra regione. In Puglia, in 9 casi su 10, il 5×1000 viene destinato fuori dalla regione che, come istituzione, cerca di fare molto proprio per i giovani. Perdiamo una cifra di 26 milioni di € sui 28 totali che potrebbero invece essere destinati a Università, Istituti di Ricerca (come ISBEM), ONLUS, Società sportive e finanche ai Comuni del nostro territorio, se soli i Cittadini sapessero. L’ISBEM usa il 5×1000 e tante altre iniziative come inseminazione e investimento soprattutto per i giovani che, dopo la laurea, proseguono gli studi col Dottorato di Ricerca: quindi contribuisce al futuro di questa Comunità, secondo le indicazioni dell’Unione Europea che invita tutti ad adoperarsi per applicare al meglio il triangolo della conoscenza (Ricerca, Formazione ed Innovazione) per divenire una comunità intelligente.
Si può immaginare di fare ciò senza i giovani? Non è quindi utile avere qui fra noi l’Isbem? Tutto ciò che Isbem fa è rispettosamente allineato con quanto dice da tempo il Presidente Giorgio Napolitano … Investire nella ricerca e nella innovazione è una priorità irrinunciabile per sviluppare il nostro paese. E’ quindi compito primario dei soggetti pubblici e privati fornire risorse e strumenti adeguati a tal fine per affrontare le difficili sfide proposte da una società ampiamente globalizzata.

Proprio per questo Isbem continuerà la sua missione che è una testimonianza di quanto si può fare oggi per il Pianeta Salute e per tutta la società, a Mesagne o in qualche altra città, reclutando giovani alla ricerca, vincendo progetti, facendo formazione e guardando al futuro con speranza e soprattutto con l’innovazione sociale che l’Unione Europea ci chiede di adottare.

Siamo certi che i talenti nascono ovunque, anche qui, ma vanno coltivati e l’Isbem è un bel campo di idee, di progetti concreti che portano ricchezza e cultura innovativa alla Comunità”.

Alessandro Distante, presidente Isbem Mesagne (nella foto)


Condividi

lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notifiche of

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi