mercoledì , 13 Novembre 2019
L’antifascismo di ieri e di oggi

L’antifascismo di ieri e di oggi

Condividi

L’antifascismo di ieri e di oggi.(Grazie al quale anche Mesagne Futura può scrivere parole in libertà). Pubblichiamo la nota inviata in redazione dal Pd di Mesagne sulla polemica sorta tra il suo consigliere comunale Orsini e il movimento Mesagne Futura.
“Perché una Anagrafe antifascista nel 2018? Perché sta succedendo qualcosa di preoccupante. Si riaffacciano simboli, parole, atteggiamenti, gesti ed ideologie che dovrebbero appartenere al passato. Non solo. Si fanno largo sentimenti generalizzati di sfiducia, insofferenza, rabbia, che si traducono in atteggiamenti e azioni di intolleranza, discriminazione, violenza verbale. In rete e sui social media, sulle testate giornalistiche, nelle dichiarazioni politiche come nei bar e nelle strade. Principi che credevamo forti e stabili e che ci sembrano in pericolo.
Sottoscrivere la Carta ed aderire all’Anagrafe significa prendersi un impegno per la democrazia e a sostegno dei valori della nostra costituzione.”
Questo breve inciso non è un’altra pensata “grottesca” del consigliere Orsini o del locale “agonizzante” partito democratico, bensì sono le ragioni alla base della istituzione dell’Anagrafe Antifascista aperta a quanti si riconoscono nella “Carta di Stazzema”. Sono scritte qui le ragioni per le quali abbiamo ritenuto improcrastinabile l’iscrizione del nostro Comune alla suddetta Anagrafe. Vorremmo tranquillizzare i coordinatori di “Mesagne Futura” sul fatto che non ci ha spinti la necessità di una boccata d’ossigeno a presentare la mozione; piuttosto constatiamo che questa iniziativa del consigliere Orsini, tra le altre e molto più importanti cose, è servita a dimostrare l’esistenza del coordinamento di “Mesagne Futura” del quale, onestamente, non si aveva traccia prima d’ora.
Se si definisce “grottesca” l’istituzione dell’Anagrafe antifascista, allora sono stati grotteschi quei Comuni come Roma, Torino, Firenze che, pur non essendo guidati da pericolosi comunisti, vi hanno già aderito.
Siamo certi che se i coordinatori di “Mesagne Futura” avessero dedicato una piccola parte del tempo che hanno utilizzato per redigere la loro nota a leggere la “Carta di Stazzema”, avrebbero evitato di incamminarsi su un terreno scivoloso e sconveniente come invece hanno fatto.
Se l’antifascismo di oggi è una cosa “ridicola” allora vale la pena di ricordare che se anche “Mesagne Futura” può scrivere le sue parole in libertà è grazie all’antifascismo e a chi ne ha mantenuto viva la memoria fino ad oggi. Il fascismo non è solo un accidente della storia, un periodo in cui ha prevalso una visione retriva ed arcaica del mondo che ha negato diritti, libertà e la vita stessa agli uomini. Per questo dichiararsi antifascisti oggi non è un fatto meramente ideologico come vorrebbero far credere gli estensori della nota di “Mesagne Futura” , significa piuttosto condurre una battaglia di civiltà a difesa del diritto di ogni uomo ad “autodeterminarsi, avere un lavoro, condurre un’esistenza dignitosa”; significa affermare il “valore dell’istruzione, la possibilità di ognuno di accedere ad una informazione libera”, il “valore della giustizia e di un giusto processo”, la “tutela delle minoranze”, il “rifiuto di ogni schiavitù, tortura, punizione crudele e inumana”.
Tutti valori che basterebbe scorrere le cronache quotidiane per rendersi conto di come stiano venendo in discussione nel mondo e nel nostro Paese e, cosa ancora più drammatica, sembrano non appartenere ai valori di riferimento dei più giovani. Dovrebbero essere molto più accorti i coordinatori di “Mesagne Futura” – ma forse davvero chiediamo molto – nell’accusare Pd e Anpi, strumentalizzando l’opera di qualche fanatico, di antisemitismo strisciante nei giorni in cui, a Gaza, per mano di uno Stato forse dimentico del dramma inflitto al suo popolo muoiono ammazzati civili inermi tra i quali una creatura di otto mesi.
E’ molto grave, a nostro avviso, che si esprima in questo modo un movimento, coinvolto nel governo della città, di cui fa parte il Presidente del Consiglio che normalmente rappresenta e tutela le Istituzioni, lo stesso che dovrà decidere se ammettere o meno la mozione del consigliere Orsini all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale. Come si comporterà il Presidente del Consiglio dopo la nota di “Mesagne Futura”? Non ci sembra questa domanda e questa preoccupazione impertinente e fuori luogo.
Al Sindaco, insieme al quale ci riconosciamo in una Mesagne antifascista e al pari suo riteniamo che quella mozione debba approdare ed essere votata in Consiglio Comunale, chiediamo se non sia arrivato il momento di dichiarare fallace l’assunto secondo il quale si possono “lasciare sotto traccia, senza rinnegarli, i riferimenti ideologici” pur di mettere dentro uno stesso cartello elettorale chi considera l’antifascismo un valore e chi una cosa ridicola? Noi abbiamo sempre detto e scritto quanto fosse pericolosa questa deriva e ci sembra che i nodi col tempo stiano venendo al pettine. Ribadiamo che non si tratta di alzare o ammainare vecchie bandiere, ma di incarnare alcuni valori per poter governare bene una città, rigenerarne i luoghi, valorizzarne la storia e la cultura, difendere le opportunità di tutti, riconoscere il valore insito in ogni persona quale che sia la sua condizione, far vincere la legalità e la giustizia laddove potrebbero prevalere la forza e il sopruso. Tutto questo è per noi essere antifascisti oggi e, con buona pace dei coordinatori di “Mesagne Futura”, lo rivendichiamo con orgoglio confidando che altrettanto faranno coloro che da sempre dicono di riconoscersi nei valori di una sinistra democratica e quindi antifascista.
Partito Democratico Mesagne.

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina facebook, pubblicheremo al più presto tutti gli aggiornamenti in merito.Seguici su Facebook:  https://www.facebook.com/mesagnesera/

Widget not in any sidebars

 


Condividi

lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notifiche of

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi