lunedì , 21 Ottobre 2019
Lavori in corso alla “scaledda” della Porta Nuova
La Porta Nuova

Lavori in corso alla “scaledda” della Porta Nuova

Condividi

(di Carlo Ferraro*) Da qualche settimana, passando in macchina davanti alla Porta Nuova, la cosiddetta “Scaledda”, e vedendo i lavori in corso che hanno portato allo svellimento di parte dell’antica cordonata in pietra per la posa delle nuove condotte per l’acqua e la fogna, eravamo in forte apprensione; i precedenti dei lavori condotti negli anni passati sul lastricato del centro storico, affidati a varie ditte attraverso il massimo ribasso, non facevano dormire sonni tranquilli. Il pericolo di vedere snaturata l’opera maestra degli artigiani che nel settecento con estrema cura posero in opera una cordonata perfetta nelle sue connessure, nel ritmo uguale al nostro passo, la pulizia e l’estremo decoro, quasi lezioso, pensando che si trattava della porta che immetteva al Borgo dei signori di allora, è consistente. Negli anni passati abbiamo visto di tutto nel rifacimento del lastricato antico: rimozione del lastricato originale e posa in opera di pavimenti come mattonelle da bagno, grosse fughe in cemento che inevitabilmente erano destinate a spaccarsi nel tempo, stravolgimento generale dell’aspetto originale del nostro centro storico, essendone il pavimento parte integrante e caratterizzante di quello che va sotto il nome di “ambiente” storico. Solo una volta, tanti anni fa, eravamo al tempo del sindaco Bardaro, avevo visto i lavori fatti a regola d’arte: in piazza 4 novembre le grosse lastre furono riallocate su un letto di sabbione e messe in tensione tra di loro con l’uso di martelli in legno di fico, morbido, capace di deformarsi sotto i colpi e non scheggiare le antiche pietre. Il tutto con l’utilizzo della sola sabbia, senza l’uso del devastante cemento, materiale rigido per eccellenza. Da allora solo interventi selvaggi, irrispettosi del nostro bene pubblico più prezioso, appunto le chianche di pietra dura e bellissima. Questa mattina sono stato molto fortunato perché nel mio sopralluogo ho avuto modo di incontrare il direttore di cantiere, l’ing. Carmosino, della ditta appaltatrice “Spinosa” di Isernia, con cui abbiamo avuto un lungo e dettagliato scambio di opinioni ed informazioni. Le mie preoccupazioni, e quelle di tanti cittadini che tengono in particolar modo alla Porta Nuova, sono state fugate dall’ingegnere, che ci ha assicurato che i lavori saranno eseguiti con estrema cautela e con artigiani all’altezza del compito. Del resto, dobbiamo ammettere che fino ad ora i lavori ultimati si presentano molto bene, migliorando in alcuni casi l’aspetto estetico del lastricato rimosso e rimesso in opera. A conferma dell’attenzione che il direttore dei lavori sta profondendo è il suo proposito di far passare i tubi di acque e fogna solo nella parte attualmente rimossa, senza svellere l’altra parte della cordonata, evitando di toccare quella che agli occhi di chi ama il nostro centro storico è una vera opera d’arte, frutto della sapienza costruttiva degli antichi maestri stradini. Ovviamente i tubi esistenti, in ghisa, verrebbero chiusi e tombati. Si eviterebbe così un grosso stress alla fine fattura del pavimento lapideo. Speriamo che la Sovrintendenza ascolti questo suggerimento ispirato a praticità ed economia. Altra sua interessante proposta è quella di invitare l’amministrazione comunale ad approfittare dei lavori in corso per mettere in opera, almeno nelle vie dorsali, quelle principali, dei tubi di servizio che un giorno potrebbero essere usati per alloggiare la ​fibra ottica e/o interrare i fili elettrici tuttora a vista sulle facciate delle case e dei palazzi antichi. Si tratta di una estensione di 3.600 metri di tubazione di servizio, che un giorno eviterebbe di rimuovere ancora una volta il pavimento lapideo. Essendo i lavori al 35 per cento del loro avanzamento, c’è la possibilità reale di dotare gran parte del centro storico di una tubazione accessoria che faciliterebbe qualsiasi tipo di lavoro che si andrà a fare in futuro. Sono tutte ragioni dettate dal buon senso che non possiamo che accogliere e indirizzare all’assessore per i Lavori Pubblici, visto che con un piccolo investimento oggi possiamo evitare dei lavori più onerosi domani. Infine una richiesta che non possiamo non fare nostra, anche se di carattere molto delicato: l’Acquedotto Pugliese, commissionario dei lavori, preme perché i lavori avanzino celermente e questo mette in difficoltà la ditta che sta cercando in tutti i modi di consegnare un lavoro fatto a regola d’arte e che si è trovata davanti alle numerose richieste particolari degli abitanti stessi, essendo questo un cantiere “vivente” e non circoscritto. Sarebbe il caso che, per una volta, si fosse un po’ tolleranti rispetto la data di consegna dell’appalto, vista la natura delicata dei lavori, e visto che questo lavoro sarà giudicato non solo dai cittadini che ci tengono al nostro patrimonio storico, ma anche dai turisti che visiteranno in futuro il nostro centro antico. Forse il nostro sindaco può fare sentire la sua voce, che è la voce di tutti noi, nelle sedi preposte, rimarcando l’importanza per la cittadinanza di vedere restituito nelle migliori condizioni possibili il nostro lastricato storico, bene collettivo per eccellenza.
*Carlo Ferraro Architetto – Consigliere comunale Movimento 5 Stelle

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina facebook, pubblicheremo al più presto tutti gli aggiornamenti in merito.  Seguici su Facebook:  https://www.facebook.com/mesagnesera/




Condividi

1
lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
carmelo Recent comment authors
  Subscribe  
più recente il più vecchio più votato
Notifiche of
carmelo
Guest
carmelo

proprio belle le stanno facendo…..altrochè….. e molta colpa è della sovrintenza pure…. il peggior piastrellista di mesagne le avrebbe messo meglio…..certo c’è da dire che servirebbe il triplo del tempo…ma questo è forse un altro discorso….. sarebbe bene che si fermassero si prendessero più tempo senza avere pressioni e che le facessero per bene….che poi ci rimarranno a vita quelle chianche…..

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi