martedì , 21 Gennaio 2020

Per la Uil le pensioni non si toccano

Condividi

I cambiamenti, a volte, portano ai cittadini maggiore benessere e migliori prospettive di futuro; a volte, invece, recano maggiori difficoltà e incertezze. “Brutta è la notizia”, quella del 19 luglio, sottolineava il segretario nazionale Uilp Romano Bellissima, che Strasburgo ha bocciato il ricorso presentato da 10.059 pensionati italiani contro il decreto Poletti (2015) sulla perequazione delle pensioni dal 2012, perché lede lo Stato di Diritto dei pensionati.
Per la Uil e la Uil pensionati,  le pensioni non si toccano. Il danno è sulle pensioni e sui pensionati. Chi sono i pensionati se non ex lavoratori che per anni hanno lavorato e versato allo Stato i giusti contributi, mentre oggi, ormai anziani o vecchi, si sentono derubati sul giusto assicurativo versato dalle continue minacce del governo, da emendamenti, proposte e da decreti leggi
I più a rischio sono le persone fragili e sole. Chi ha patologie invalidanti, perdita dell’autonomia e necessita assistenza e cure di lunga durata; e di queste chi è a rischio o in povertà assoluta, a dispetto della “rimozione degli ostacoli” art. 3 Cost.,  è costretto a rinunciare alle cure per gli alti costi della compartecipazione alla spesa.
Per la Uil e la Uil pensionati, il governo farebbe bene a fermarsi prima di fare degli errori, mentre occorre accelerare il ripristino ad un confronto serio e di merito con i Sindacati mettendo al centro i temi sulla rivalutazione delle pensioni, sull’introduzione della flessibilità di accesso alla pensione per tutti i lavoratori, sul riconoscimento dei lavori di cura e assistenza per le lavoratrici ai fini contributivi, attuando le cosiddette parità di genere.
La Uil e la Uil pensionati sono sul sostegno delle pensioni per le giovani generazioni alle prese con le difficoltà nel trovare occupazione, con maggior riguardo verso chi svolge carriere discontinue e che, quindi, non ha la possibilità di perfezionare il requisito contributivo.
Intanto non si ha brillantezza per il nuovo governo se viene bloccata l’ipotesi sul meccanismo Quota 100, (60 di età anagrafica accompagnata dal versamento di 40 anni di contributi). perché il tutto è fermo? Cosa desidera il Governo?
Nell’ultima legge di Bilancio è stata prevista l’istituzione di una Commissione tecnica specifica sulla Separazione della Previdenza dall’Assistenza ma, anche in quest’impegno, questo governo giallo-verde non “sa il da fare”.
Il sindacato Uil e Uil pensionati di Brindisi chiedono l’accelerazione verso il confronto con il Governo, affinché il pensionato possa vivere in uno stato di benessere e non faccia da ammortizzatore sociale come accade a Brindisi, che ha il 35% di disoccupati e il 60% di giovani che non trovano lavoro.
L’appello verso il governo è di far vivere il Paese  in uno Stato Democratico, che condivida i valori dei pensionati in uno Stato di Diritto, che discuta e che trovi le soluzioni in modo partecipato e contributivo per il bene comune e senza ledere chi ha versato i contributi. Che cosa chiede il Sindacato di Brindisi al Governo  se non l’accelerazione degli impegni con il sindacato per evitare che i pensionati siano continuamente maltrattati da nuove norme e bocciature di leggi acquisite.
L’accordo siglato tra Governo e sindacati, in merito agli interventi sul tema previdenza interessa 12 milioni di pensionati. È necessario, quindi, avviare il confronto per continuare a cambiare la Legge Fornero e mettere al centro il lavoro e la separazione della Previdenza dall’Assistenza.

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina facebook, pubblicheremo al più presto tutti gli aggiornamenti in merito.Seguici su Facebook:  https://www.facebook.com/mesagnesera/


Condividi

lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notifiche of

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi