lunedì , 19 Agosto 2019
Uilp: ricorso alla Corte Europea

Uilp: ricorso alla Corte Europea

Condividi

La Uil pensionati fa “ricorso alla Corte Europea dei diritti dell’uomo” che risiede a Strasburgo. La rivendicazione è nella mancata attuazione integrale della sentenza fatta dalla Corte Costituzionale, che si è espressa contro il blocco della perequazione automatica delle pensioni. La Uil pensionati di Brindisi a tal proposito, considera le misure utilizzate dal governo Renzi non coerenti con la giusta politica di un “welfare democraty”. Esse vanificano la sentenza della Corte Costituzionale n.70/2015, la quale ha dichiarato illegittimo l’art. 24, comma 25, del decreto legge n.65 del 2015. È, infatti, per la Uil pensionati di Brindisi, un provvedimento “tampone”, che serve per far fronte agli effetti della sentenza n.70 sulla mancata rivalutazione delle pensioni negli anni 2012 -2013, superiori a tre volte il trattamento minimo per effetto della riforma delle pensioni Monti –Fornero.

Il diritto è nel rispetto dei “principi fondamentali” della democrazia, perché questi sono “linee guida”, “costituzionali” e “universali”, che la “rappresentanza governativa” è obbligata a rispettare gli utenti, in questo caso, i pensionati. Il diritto del “dovuto” è nel giusto compenso di un’”obbligazione”, che va nella contrattazione delle parti e garantisce il giusto “assegno” in grado di garantire al pensionato, dopo aver lavorato e versato i regolari contributi alla previdenza, il dovuto.

Il taglio dell’indicizzazione per l’assegno di pensione, è una mancata “restituzione della spettanza dovuta”.  Questa è un’azione da ritenere “ingiusta” e “non costituzionale”, perché agisce a danno dei pensionati. Giornalmente i pensionati vengono nelle nostre sedi per esprimere le loro rivendicazioni. La Uil pensionati di Brindisi vuole spiegazioni e rassicurazioni. Si chiede del perché il sindacato è costretto a fare “ricorso” alla Corte Europea dei diritti dell’Uomo? Del perché i pensionati non debbano avere il giusto compenso? E del perché il governo Renzi non vuole rispettare la Sentenza della Corte Costituzionale?

Eppure il premier Renzi conosce la Costituzione. Il suo “fare” è contro l’articolo 6 della Convenzione Europea, il quale è per il rispetto dei diritti dell’uomo e dell’art.1, che garantisce il rispetto dei beni. La Uil pensionati di Brindisi chiede al Governo, oltre al rispetto della Sentenza della Corte Costituzionale, di non emanare altri tagli, pronunciati in questi giorni da inserire nella nuova Legge di Stabilità. Per uscire dalla crisi, occorre garantire una vita dignitosa e non parsimoniosa ai cittadini, mettendo al centro del dibattito politico la “ricollocazione degli investimenti”, per dare visibilità competitiva e internazionale alle imprese. È importante a tale d’uopo, in un sistema strutturale Banche – Imprese – Enti Locali, che le imprese e le banche si assumano i rischi superando il concetto di pensiero classico passando dal sistema strutturale di microimpresa a quello di macroimpresa. La strategia dovrebbe essere in una cultura di “crescita aperta all’impresa” attraverso il finanziamento e l’abbassamento delle tasse.

La Uil pensionati di Brindisi chiede e vuole che “l’assegno di pensione” sia tutelato e garantito e non tolto con “tagli indicizzati” dalla Nuova Legge di Stabilità. La Spending Review, avviata dalla Fornero, non può essere ancora “vigente” e lasciare altre “lacrime e sangue”. La linea guida, suggerita dal sindacato, è nella separazione dell’Assistenza dalla Previdenza e nell’abbattimento dell’Evasione fiscale, che tanto male fa all’immagine dell’Italia nel mondo, ricca di valori e di democrazia.

La Uil pensionati di Brindisi è per un’Italia che crede in un Welfare Democraty, tale da essere condiviso tra le parti di rappresentanza e i pensionati, per il rispetto di ciò che è giusto “avere” e non togliere, perché sono gli ex lavoratori che hanno pagato i contributi assicurativi previdenziali e con la loro pensione pagano le tasse e fanno da ammortizzatori sociali per figli e nipoti.

Il segretario responsabile Tindaro Giunta


Condividi

lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notifiche of

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi