sabato , 17 Agosto 2019
Un piano di recupero del centro storico

Un piano di recupero del centro storico

Condividi

Mimmo Stella, presidente del comitato civico “Terra di Mesagne”, invita l’Amministrazione comunale a dotarsi di un “Piano di Recupero” dell’antico basolato per la tutela e la conservazione delle numerose stradine dell’antico borgo che, insieme, formano un monumento corale, storico, prezioso ed invidiabile che ci è stato tramandato. Una proposta che nasce dall’esigenza di sviluppare una discussione seria e costruttiva per la salvaguardia di un patrimonio di inestimabile valore quale é l’antico basolato del centro storico che appartiene all’intera comunità mesagnese.

Nei giorni scorsi si è parlato di “scempio urbanistico”, in via Rini e Stella è stato coinvolto in una polemica innescata prelevando il suo pensiero da una discussione su facebook. “Sulle discussioni pubbliche che si aprono sul social network ognuno si assume le responsabilità  delle proprie dichiarazioni. Trovo futile andare alla ricerca dei “giornalisti che non si firmano” anche perché  potrebbe accadere che mentre lei, sig. Sindaco, si affanna a cercare all’orizzonte, l’autore potrebbe essere molto più vicino di quanto lei  stesso possa credere”, spiega Mimmo Stella. Che aggiunge: “Credo sia più opportuno aprire una discussione seria e costruttiva su ciò che da anni sta accadendo alle antiche basole del centro storico”. E ricorda al sindaco Scoditti che più volte in passato il comitato civico “Terra di Mesagne” ha attirato  l’attenzione sulla tutela delle antiche chianche. “Scomodammo il sub commissario prefettizio Grassi ed il segretario comunale Tamburrano che, con sensibilità e senso di responsabilità, bloccarono la ruspa che nell’intento di eseguire lavori di pubblica utilità in Via Lucantonio Resta, stava di fatto sfregiando le caratteristiche chianche. Qualche mese prima un’altra ditta aveva lasciato un brutto cordone cicatriziale dinanzi alla chiesa di San Cosimo, tutt’ora visibile.

Mimmo Stella non mette in dubbio lo sforzo, la correttezza e la buona fede dei tecnici comunali che hanno cercato  una difficile soluzione. “E’ sufficiente fare un giro nel centro storico per accorgersi come non ci sia omogeneità nella tecnica della posa in opera delle chianche; ci imbattiamo su stradine con cordoli laterali o con geometria a “spina”, oppure con tecnica  a fughe sfalsate e così via”. Stella segue l’evoluzione urbanistica del centro storico da almeno 25 anni ed è preoccupato per quanto sta accadendo alle stradine  della città vecchia interessate da lavori di pubblica utilità.

E propone di aprire un dibattito pubblico a 360° che coinvolga tutti i tecnici del settore o, magari, lo stesso ordine provinciale degli architetti della Provincia di Brindisi. “In casi come quello di via Rini bisogna essere pronti e capire come orientarsi in base ad un “Piano di Recupero” redatto dai tecnici e adottato dal Consiglio comunale. Il Piano dovrebbe contenere, oltre alle indicazioni della Soprintendenza, anche e soprattutto le soluzioni più idonee e le linee guida per capire quando una chianca si deve intendere usurata o comunque non più riutilizzabile, come sostituirla, se integrare la moderna pietra di Apricena con il resto dell’antico basolato oppure, come si é scelto di fare in via Rini, decidere di ribasolare ex novo la stradina. Le linee guida del Piano, dovrebbero dettare le norme  anche sulle modalità di estrazione delle antiche basole dal loro letto stradale e se queste andrebbero catalogate e numerate, nonché la geometria del riposizionamento della vecchia pavimentazione”.

Un tema sul quale il comitato civico “Terra di Mesagne” da anni si sta sforzando di comunicare con la classe politica locale con scarsi risultati. “La scelta, se pur condizionata, di cambiare volto ad una stradina del centro storico dopo oltre 400 anni, a giusta o sbagliata ragione,  non può essere prerogativa di una singola persona sia  pur professionalmente competente, ma vittima evidentemente di un sovraccarico di responsabilità riveniente dal vuoto politico in materia di urbanistica, all’interno di quel recupero di più ampio respiro che riguarda l’intero centro storico di Mesagne”.

Il presidente Mimmo Stella si augura che il Sindaco colga il lato propositivo della discussione “perché anche noi cittadini che non facciamo politica siamo stati, e siamo ancora, dagli inizi degli anni  novanta, primi attori compartecipi della rinascita urbanistica sociale e culturale dell’antica terra. La trasformazione urbanistica che é avvenuta in via Rini dopo oltre 400 anni ha di fatto  cambiato il volto di una stradina di un comune salentino, il cui antico basolato é stato sostituito con pietra garganica, mi porta ancora una volta a parlare, senza offesa per nessuno, di “scempio urbanistico”.


Condividi

lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notifiche of

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi