domenica , 20 Ottobre 2019
Vicenda Isbem: legittimità e coerenze

Vicenda Isbem: legittimità e coerenze

Condividi

(di Pompeo Molfetta, nella foto, Capogruppo Sel in consiglio comunale) Dopo una lunga attesa è stata recapitata ai consiglieri comunali la risposta postuma alla domanda che la turbata Assise comunale rivolse, il 9 luglio scorso, al Segretario generale in ordine alla legittimità dell’atto iscritto all’ordine del giorno del Consiglio che prevedeva la conferma del comodato gratuito dell’ex convento dei Cappuccini all’Isbem. Come molti ricorderanno il punto fu sospeso perché un intervento carico di eccezioni, pronunciato dal prof Franco Damiano fino a quella sera capogruppo del Pd, richiamò i colleghi sulla rischiosità dell’atto che si andava ad approvare, paventando il rischio che, per la superficialità dell’istruttoria, i consiglieri avrebbero dovuto dar conto alla Corte dei Conti per quella concessione.

Solo durante il dibattito comprendemmo che le supposte e temute conseguenze, paventate dall’esperto consigliere e cortesemente anticipate fino a quel momento solo alla esclusiva conoscenza del Sindaco, avevano già da giorni gettato nel dubbio il capo dell’Amministrazione il quale purtroppo si espose ad una figura non memorabile chiedendo al Consiglio di rinviare il punto senza argomentare sulle motivazioni. La discussione che comunque si imbastì rese evidente che la maggioranza dei consiglieri presenti – forse anche alcuni dello stesso Pd – erano assolutamente convinti che quella struttura potesse ancora essere concessa in comodato gratuito a quell’ente dopo aver verificato, nei fatti e nelle carte, che: quel bene pubblico di assoluto prestigio era stato ben valorizzato come contenitore per una serie infinita di attività scientifico culturali; la manutenzione a totale carico dell’Isbem non era stata di poco conto e quindi sottratta alla casse del Comune; in svariate occasioni ospiti invitati dal Comune avevano trovato accoglienza gratuita nella struttura; alla conferma di tutto ciò si aggiungeva in convenzione la messa a disposizione delle amministrazioni comunali delle eccelse professionalità che stanziano o circolano presso l’Isbem per redigere progetti atti a intercettare finanziamenti nazionali e comunitari; l’Isbem, infine, avrebbe redatto per il Comune – mentre per l’Asl lo ha fatto a titolo oneroso aggiudicandosi una gara – il Bilancio Sociale dell’Ente.

Alla stragrande maggioranza dei consiglieri sembrava quindi che si potevano opporre all’eventuale indagine dei giudici della Corte dei Conti risposte persuasive forse molto più in questa che in altre occasioni. Ma la reiterata convinzione del Pd che l’atto fosse incompleto ed anche illegittimo fece sorgere la più spontanea delle domande al Segretario generale: ma è vero? Una domanda che, per il rispetto che si deve alle istituzioni e ai consiglieri stessi, si considera già implicitamente superata se un punto lo trovi iscritto all’ordine del giorno del Consiglio. Ma tant’è, per ragioni sulle quali tralasciamo ogni approfondimento, il Segretario generale pur consultandosi e confortandosi con il dirigente responsabile dell’atto non rassicurò l’assemblea e lo ha fatto solo ora, 20 giorni dopo, confermando ciò che molti sapevano avendo coscienziosamente lavorato all’istruttoria dello stesso.

Il Segretario generale infatti nel suo scritto, datato 29 luglio, ha rammentato che sia la legge 383/2000 e sia la 85/2010 consente agli Enti locali la valorizzazione di beni di proprietà in collaborazione con “cittadini idoneamente associati”, ha riconosciuto che l’Isbem “è obiettivamente dotato delle caratteristiche” richiamate dalle leggi citate, ha ricordato che “l’orientamento consolidato delle sezioni regionali della Corte dei Conti” ha “mitigato o escluso” il principio generale di redditività di un bene pubblico “ove venga perseguito un interesse pubblico equivalente” e quindi ha concluso di ritenere “legittimo sia l’affidamento a trattativa privata” come anche “l’utilizzo della fattispecie contrattuale del comodato”.

Per parte nostra, a distanza di tanti giorni, ancora non ci capacitiamo sul perché l’esperto gruppo consiliare del Pd non abbia mai voluto, propedeuticamente, confrontarsi con gli altri partener di governo sulla vicenda, illustrando a noi altri le obiezioni e perplessità maturate al loro interno. Non ha ritenuto di farlo, pur giustificandolo con impedimenti vari, nelle sedi istituzionali che precedono il dibattito in Consiglio ed ha preferito farlo nel peggiore dei modi mettendo in grave difficoltà il Sindaco, la Giunta, la maggioranza e l’apparato amministrativo. E lo fatto in un momento di estrema fragilità politica della maggioranza, infischiandosene delle inevitabili conseguenze. Un azzardo che, sempre a loro dire, sarebbe giustificato dalle certezze di illegittimità e per ragioni di coerenza rispetto alla loro posizione assunta nel 2009. Sulla legittimità abbiamo appena argomentato. Sulla coerenza l’unica, nel caso specifico, che per noi ha valore è quella tra le nostre scelte ed il bene della città.


Condividi

lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notifiche of

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi