venerdì , 6 Dicembre 2019
Lettera aperta a Vendola: idonei dimenticati e concorsi fasulli

Lettera aperta a Vendola: idonei dimenticati e concorsi fasulli

Condividi

Egregio Presidente, a scriverle questa lettera aperta è un gruppo di giovani che sente il bisogno di raccontare la propria esperienza in tema di concorsi pubblici, in vista della prossima emanazione del bando per l’assunzione di 200 unità di personale presso la Regione Puglia. Un anno fa abbiamo superato il concorso Ripam Abruzzo (per 300 unità tra tecnici, amministrativi e contabili da impiegarsi presso gli enti della Ricostruzione post sisma 2009) e siamo parte di unelenco di 700 idonei di tutte le regioni italiane. Idonei, appunto. Idonei all’assunzione per gli stessi profili del futuro concorso della Regione Puglia, idonei disponibili per tante amministrazioni centrali e locali, ma sempre dimenticati. Idonei a restare nell’ombra. Idonei a ripetere le prove concorsuali per una qualifica per cui sono già stati giudicati meritevoli di assunzione, prove che –essendo il concorso affidato ancora una volta a Formez PA- saranno del tutto analoghe a quelle del recentissimo concorso abruzzese, in termini sia di metodo che di materie d’esame. Idonei alla presa in giro, perché questa volta noi, che le abbiamo già superate con la stessa modalità (studio mnemonico di una banca dati di migliaia di test a risposta multipla, diffusi dal Formez poco prima del concorso), ci dovremo cimentare di nuovo con le prove preselettive (che saranno doppie, come si apprende dal Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 19/2014), mentre i precari della Regione ne saranno esonerati.

Tale esonero appare inconcepibile, anche alla luce del fatto che i concorsi del Formez sono famosi per lo scoglio iniziale rappresentato dalle prove preselettive, dove in genere il numero dei partecipanti si riduce di circa dieci volte (danno prova di questo i dati statistici relativi ai concorsi Ripam Napoli e Ripam Abruzzo). Insomma, oltre il danno (danno erariale? Forse sì, se si pensa che si stanno spendendo soldi pubblici per la selezione delle stesse professionalità già individuate proprio dalla Commissione Ripam e dallo stesso Formez a cui oggi ci si rivolge per bandire una nuova procedura concorsuale onerosa e comunque più lunga della banale intesa che basterebbe firmare per l’attingimento alle graduatorie già esistenti), anche la beffa, perchè l’ostacolo maggiore viene a mancare per alcuni candidati ed è presente per altri, con una palese violazione della par condicio.

Nei giorni scorsi Antonio Maniglio, vice presidente del Consiglio regionale, ha scritto una lettera aperta al segretario del PD Michele Emiliano, per rappresentare il rischio “che il concorso sia semplicemente fasullo e che con una serie di trucchetti burocratici si proceda  non a scegliere i migliori ma a dare sicurezza a chi, non so attraverso quali meccanismi, ha contratti a tempo determinato con la regione.” Ci accodiamo alla domanda rivolta esplicitamente dal vice presidente Maniglio: “è questa la linea del PD e del centrosinistra?”. Ci preme aggiungere che, secondo quanto dichiarato dall’assessore al personale del Comune de L’Aquila Elisabetta Leone durante un’intervista ad Aquila TV dell’otto agosto 2012 (poco prima dell’uscita del concorso abruzzese) i precari della ricostruzione avrebbero saltato le preselettive. Poi però, qualcosa è andato storto (o dritto, a seconda dei punti di vista) e l’esonero “solo per alcuni” non c’è stato. Nel concorso abruzzese tutti hanno affrontato le prove, ma si è accordata ai precari presenti soltanto da un anno negli enti della ricostruzione la possibilità di godere di una riserva dei posti del 50%, in totale deroga rispetto alla normativa vigente che prevede un periodo minimo di 3 anni.

Evidentemente in Abruzzo, prima dell’uscita del bando e dopo aver diffuso la notizia dell’esonero dalle prove, qualcuno si è reso conto della violazione della par condicio e “il trucchetto burocratico”, per dirla con le parole di Maniglio, non è riuscito. Oggi la Puglia ci riprova. Sembra insomma, che le amministrazioni siano gestite di volta in volta seguendo la direzione di questo o di quel gruppo di interessi, mentre la meritocrazia, resta solo un lontano miraggio. Non bandire il concorso ed attingere da valide graduatorie esistenti sarebbe la prova che è ancora possibile ispirare l’attività amministrativa a principi di trasparenza, economicità ed efficienza. Ma che cosa ne pensa la “politica”?  Soprattutto quella politica che negli ultimi anni ha cercato di ribaltare vecchie logiche di sottogoverno e del “potere per il potere”, riportando in primo piano gli interessi dei cittadini, a partire dalle categorie più disagiate, di chi cerca o perde il lavoro? Non fateci combattere guerre “tra poveri”, rispettate, per favore, le nostre esperienze e le nostre aspettative nei riguardi della Pubblica Amministrazione.

Il Comitato Vincitori e Idonei Concorso Ricostruzione Abruzzo


Condividi

lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notifiche of

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi