sabato , 25 Gennaio 2020

Manifestazione regionale della Uil pensionati

Condividi

La Uil pensionati provinciale di Brindisi, giorno 14 dicembre, organizza una grande manifestazione a Bari. Il sindacato scende in piazza per protestare anche contro le manovre dei recenti governi. Questa  mobilitazione è, in particolare, per cambiare la Legge di Stabilità. Il pensionato, a viva voce, chiede al Governo, al Parlamento e a tutte le forze politiche, “Meno tasse sul lavoro e meno tasse per i lavoratori e i pensionati”. L’anziano vuole per essere tutelato e salvaguardato partendo da ciò che riguarda la rivalutazione delle pensioni. La Uil pensionati di Brindisi ribadisce con forza l’inadeguatezza della Manovra di Stabilità presentata dal Governo, tuttora in discussione in Parlamento, perché non dà alcuna risposta significativa alla piattaforma rivendicata. I pensionati, in questi ultimi anni, sono stati messi ai margini dalle forze politiche che, invece, di preoccuparsi e di adottare misure in grado di rilanciare i consumi e, conseguentemente, la crescita complessiva del Paese, intervengono sui redditi e sui diritti di cittadinanza di pensionati e lavoratori. I pensionati ritengono che sia sbagliato subire continui tagli nella assistenza sociale e sanitaria, e richiamano il Governo di sostenere la sanità privata assicurandone i fondi necessari, invece di convogliarli in quella pubblica, di abbattere le liste d’attesa in modo intelligente, (specie per gli ammalati gravi e non di certo alle ore 24 di sabato notte), di accogliere la chiusura dei Piani di Rientro e di garantire le coperture ad un sistema sanitario universalistico e di qualità. Secondo la Uil pensionati occorre tagliare con decisione sprechi, abusi e regalie, destinando tali fondi alla qualità dei Livelli Essenziali di assistenza Sociale e Sanitaria e alla ripresa economica ed occupazionale. I pensionati chiedono di non tagliare la spesa e di poter trascorrere il Santo Natale in famiglia permettendo di fare i regali alla famiglia, ai figli e ai nipotini, che con molta speranza attendono i loro regali. Le vecchie e le nuove manovre hanno reso le famiglie ancora più povere.  In Italia le povertà relative e assolute sono raddoppiate rispetto all’inizio della crisi e il tasso di disoccupazione, solo quest’anno, è passato dal 10.7 al 12.4%. Questo tasso di disoccupazione ha la percentuale più elevata dal 1977. È un segnale che il Governo non può ignorare come non può trascurare, specie dopo la riforma delle pensioni della Fornero, il tasso allarmante relativo alla disoccupazione giovanile, che ha raggiunto il nuovo record del 41,2%, dovuto sicuramente anche all’aumento dell’età pensionabile. È evidente che bisogna dare risposte concrete ai cittadini, specialmente alle giovani generazioni. La situazione delle famiglie nel biennio 2010 – 2013 ha subito aumento dei redditi, dell’imposta lorda (per aumento delle addizionali Irpef), dell’imposta netta (per la riduzione delle detrazioni) della riduzione delle detrazioni (familiari a carico, tipologia di reddito) e dell’aumento delle addizionali comunali e regionali. Le famiglie non possono essere sempre tutelate dalla bassa pensione dei genitori pensionati. È necessaria una riflessione attenta, da parte del Governo e in particolare dai politici locali, sullo stato di salute del Paese, perché le famiglie sono costrette a fare i conti con la loro povertà, con l’aumento delle imposte e con un potere di acquisto, ridotto ai minimi storici, che si traduce in capacità di acquisto in calo. La mancata crescita e la diminuzione delle tredicesime comporteranno una nuova contrazione dei consumi del -11,2%, riservando regali mirati e a basso costo esclusivamente per i bambini. È prioritario che il Governo intervenga ad una correttiva nella manovra di Stabilità che sia realmente in grado di essere equa e concreta, tale da stimolare una ripresa dei consumi, della domanda di mercato rilanciando gli investimenti per lo sviluppo e per la ricerca. Secondo la Uil pensionati provinciale di Brindisi gli effetti che la crisi produce sul lavoro, l’incremento della disoccupazione e la crescita nella fruizione di ammortizzatori sociali, per la Uil pensionati di Brindisi necessitano di dotazioni economiche finanziarie più robuste per porsi l’obiettivo di una continuità occupazionale da realizzarsi attraverso la fruizione di strumenti più adeguati alla nuova mentalità di società moderna. La mancanza di idee lungimiranti comportano scarse disponibilità di risorse e quindi restringimento e perdita di posti di lavoro. In particolare i pensionati ribadiscono la necessità della difesa del potere d’acquisto partendo da una più adeguata rivalutazione delle pensioni, da interventi mirati ad un welfare più equo e solidale, di una Legge nazionale sulla non autosufficienza e di provvedimenti atti a garantire il lavoro e l’equità sociale. Tali priorità chiedono al Governo provvedimenti seri e responsabili che possano portare a una riforma fiscale che determini una reale crescita dei redditi di pensionati e lavoratori e contribuisca a dare un sostegno significativo per trascorrere un Santo Natale sereno avendo sotto l’albero ricchi doni per i bambini dati dai nonni.


Condividi

lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notifiche of

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie policy Cosa sono i cookie? I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Ai fini che qui interessano i cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, a seconda della funzione per la quale sono utilizzati, ed in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa. Cookie tecnici I cookie tecnici sono utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy). I cookie tecnici si distinguono in cookie di navigazione o di sessione (garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web), cookie analytics (assimilati ai cookie tecnici ove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso) e cookie di funzionalità (permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati, quali ad esempio la lingua, al fine di migliorare il servizio reso allo stesso). Per l’installazione e l’utilizzo dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso dell’interessato. I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando le funzioni di questo sito web. In generale i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante. Cookie di profilazione I cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’interessato. Cookie di terze parti Tenendo conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando, o di un sito diverso che installa i cookie per il tramite del primo, si distingue tra cookie di prime parti e cookie di terze parti. Nontipreoccuparediniente potrebbe utilizzare anche cookie di siti o di web server diversi (c.d. cookie di “terze parti”): ciò accade perché sul sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito Mesagnesera.it. I cookie di terze parti vengono utilizzati anche per personalizzare l’esposizione pubblicitaria a seconda dell’interesse dell’utente e della frequenza di esposizione al messaggio. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Questi cookie non vengono controllati direttamente dal sito Mesagnesera.it, per revocare detto consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento ai seguenti siti: http://www.youronlinechoices.com/uk/your-ad-choices http://www.allaboutcookies.org/manage-cookies/index.html Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie. Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy. Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514 Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/ Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/ Cookie utilizzati da Mesagnesera.it A seguire la lista di cookie tecnici e di analytics utilizzati da questo Sito: Cookie interni al sito • PHPSESSID – di sessione – necessario al sito per identificare la singola sessione di un utente. Cookie di Terze parti Google Analytics • __utma – persistente – tempo di visita dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. Dura 2 anni • __utmb – persistente – tasso di abbandono (valore approssimativo) dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 30 minuti • __utmc – di sessione – Utilizzato dallo strumento Google Analytics per identificare la durata della visita sul sito. • __utmt – persistente – Viene utilizzato da Google Analytics per monitorare funzioni specifiche del sito. • __utmz – persistente – provenienza dell’utente – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 6 mesi • _ga – persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni Google Maps SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID, PREF Cookie settati da Google in tutte le pagine in cui viene visualizzata una mappa di Google Maps, si tratta di vari identificatori eccetto PREF che salva le opzioni preferite come il livello di zoom. La maggior parte di questi cookies hanno la durata di 10 anni dall’ultima visita alla pagina contenente la mappa. Gestione dei cookie L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie. La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. Di seguito le istruzioni relative ai browser di navigazione più diffusi ai fini di effettuare una configurazione personalizzata circa i cookie: • Microsoft Internet Explorer 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni Internet”; 3. clicca sulla scheda “Privacy”; 4. per attivare i cookies, il livello di Privacy deve essere impostato su “Medio” o al di sotto; impostando il livello di Privacy sopra il “Medio” l’utilizzo dei cookies verrà disattivato. • Mozilla Firefox 1. clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona “Opzioni”; 3. seleziona l’icona “Privacy”; 4. clicca su “Cookies”; 5. seleziona o meno le voci “Accetta i cookies dai siti” e “Accetta i cookies di terze parti”; • Google Chrome 1. clicca l’icona del menu; 2. seleziona “Impostazioni”; 3. nella parte inferiore della pagina, seleziona “Mostra impostazioni avanzate”; 4. nella sezione “Privacy”, seleziona “Impostazioni contenuti”; 5. seleziona o meno la voce “Impedisci ai siti di impostare dati”. • Apple Safari 1. clicca sull’etichetta “Safari” nella parte superiore della finestra del browser; 2. seleziona l’opzione “Preferenze”; 3. clicca su “Privacy”; 4. imposta la tua scelta alla voce “Cookie e dati di siti web”.

Chiudi